Come sono formulati i prodotti viso professionali?

Gli ordini effettuati dal 23 Dicembre al 10 Gennaio saranno presi in carico dall'11 Gennaio

        Gli ordini effettuati dal 23 Dicembre al 10 Gennaio saranno presi in carico dall'11 Gennaio

              Gli ordini effettuati dal 23 Dicembre al 10 Gennaio saranno presi in carico dall'11 Gennaio

              GLOSSARIO

              La PERFIDIA va capita!

              Se ami la nostra PERFIDIA in tutte le sue declinazioni di prodotto, sei sicuramente una donna esigente, attenta, informata, che ama andare a fondo nelle cose e che non si accontenta. Proprio per questo motivo abbiamo creato questo glossario che comprende tutti i termini relativi alla nostra nuova linea di bellezza, in modo che la tua beauty routine diventi un gesto ancora più consapevole e gratificante.

              A

              Acido ialuronico cross-linkato

              E’ più compatto e più pesante rispetto a quello lineare. Si diffonde progressivamente nel derma e offre risultati duraturi sia sulle rughe che sull’aumento dei volumi. Si ottiene tramite un procedimento chimico in laboratorio utilizzando o il BDDE (Butanediol-diglycidyl ether) oppure il DVS (Divinyl Sulfone): in questo modo la sostanza contenuta nei prodotti viso professionali avrà una maggiore stabilità e una maggiore durata.

              Acido ialuronico lineare

              Utilizzato soprattutto come biorivitalizzante ha un basso peso molecolare e per questo è maggiormente indicato per attenuare le rughe più sottili e superficiali e ha una durata più breve del cross-linkato. Idrata la pelle in profondità e conferisce al volto un aspetto più fresco e vitale.

              Antiossidanti

              Sostanze che aiutano a neutralizzare i radicali liberi in eccesso nell’organismo per evitare l’invecchiamento prematuro delle cellule e favorirne il processo di rigenerazione naturale.

              B

              Barriera lipidica cutanea

              È un film che mantiene idratato lo strato corneo, sia grazie alla presenza del NMF (Natural Moisturizing Factor), che ha proprietà umettanti, sia grazie alla componente lipidica, che regola l’evaporazione dell’acqua dalla superficie cutanea. Il film idrolipidico ha anche proprietà antimicrobiche.

              Biostimolante

              Azione che aiuta a recuperare e a mantenere la giovinezza della pelle attraverso la ricostruzione della sua struttura interna. Migliora l’elasticità e il turgore del tessuto cutaneo e ne aumenta visibilmente la tonicità contrastando l’azione dei radicali liberi.

              C

              Collagene

              È la sostanza proteica più comune nel corpo di tutti i mammiferi, tanto da rappresentare fino al 35% delle proteine del nostro corpo e arrivare a costituire il 90% della nostra pelle. È formato da tre proteine che si attorcigliano l’una sull’altra formando una struttura simile a una corda, disposte in modo da tenere la pelle ben ferma e tesa.

              D

              Droni cosmetici

              Sistema avanzato per il rilascio controllato e mirato dei principi attivi. È una capsula che contiene dei peptidi specifici in grado di prevenire i segni di invecchiamento, stimolando la sintesi di collagene ed elastina. Il drone è in grado di concentrarsi sul suo target, ignorando le cellule secondarie, assicurando così un elevato assorbimento cutaneo e un’azione distensiva sulle piccole rughe d’espressione.

              E

              Ectoina

              Molecola in grado di mantenere stabile la concentrazione di acqua nelle cellule, con proprietà lenitive. Riduce i processi di degrado delle cellule da fattori esterni come caldo o freddo e favorisce la produzione di proteine che proteggono dai danni UV.

              Elastina

              È una proteina costituente il tessuto connettivo che, essendo elastica, permette a molti tessuti dell’organismo di tornare alla loro forma originaria dopo essere stati sottoposti a forze di stiramento o di contrazione.

              G

              Glicogeno

              È un glucide (carboidrato, zucchero) costituito da lunghissime catene ramificate di molecole di glucosio. La sua sintesi, chiamata “gliconeogenesi”, avviene nel fegato e nei muscoli. La degradazione del glicogeno (detta “glicogenolisi”) è l’operazione che si conclude con la liberazione del glucosio di cui i muscoli si servono per produrre l’energia necessaria alla contrazione.

              I

              Inci

              Sta per International Nomenclature of Cosmetic Ingredients, ovvero la denominazione internazionale utilizzata convenzionalmente in Europa e Usa per indicare in etichetta i diversi componenti dei cosmetici (prodotti viso professionali e non). Nel 1997 l’Unione Europea ha reso obbligatoria l’indicazione dell’INCI sulle confezioni; gli ingredienti sono elencati in ordine decrescente per quantità.

              P

              Peptidi

              Attivi di moderna concezione biochimica, di piccole dimensioni; una molecola di peptide è formata dall’unione di due o più aminoacidi. Essi “mimano” l’azione di una proteina naturale alla quale assomigliano, legandosi in modo altamente specifico ai recettori delle cellule che regolano particolari processi biologici.

              Peso molecolare

              È un indice della grandezza della molecola. Quando viene sintetizzato o estratto, infatti, l’acido ialuronico può essere più o meno grande: più è grande la molecola e maggiore è il peso molecolare, viceversa quanto più è piccola, tanto inferiore è il peso molecolare.

              R

              Rughe sottili

              Appaiono innanzitutto come una piega nel tessuto cutaneo che gradualmente si trasforma in rughe più pronunciate con l’avanzare dell’età. La riduzione di elasticità e densità contribuiscono alla loro formazione. Esse possono apparire ovunque sul viso ma si notano maggiormente intorno agli occhi e nella parte immediatamente sottostante.

              Rughe profonde

              Compaiono tra il naso e la bocca e collegano le due zone; sono conosciute come pieghe naso labiali. La comparsa di queste rughe può essere collegata ad una perdita di volume poiché sono anche un segno di rilassamento cutaneo.

              S

              Sostanze funzionali (o principi attivi)

              Sono sostanze dotate di una certa attività biologica e vengono impiegate con lo scopo di agire per migliorare l’aspetto della superficie cutanea su cui vengono applicate.

              T

              Tensioattivi

              Si tratta di una serie di molecole aventi una parte idrofila ed una parte idrofoba. Idrofila è un termine che indica l’affinità di una molecola per l’acqua, e la capacità dunque di legarsi ad essa, idrofobica indica invece l’esatto opposto. Queste molecole, proprio per via della loro peculiare struttura, sono capaci di porsi nell’interfaccia tra due liquidi riuscendo a far miscelare sostanze altrimenti immiscibili. In cosmetica i tensioattivi permettono a sostanze acquose di miscelarsi con oli, cosa normalmente impossibile.

              V

              Valutazione clinica

              Valutazione dell’efficacia del prodotto tramite apparecchiature tecniche specifiche.

              Valutazione strumentale

              È il documento che raccoglie e analizza l’insieme dei dati clinici sul prodotto, così come tutte le informazioni sullo stato dell’arte nello specifico settore in cui il prodotto è impiegato. È finalizzata a valutare il profilo benefici/rischi dal punto di vista clinico. Parte dallo svolgimento di un processo previamente pianificato e si realizza nella stesura di un documento di rapporto; deve essere aggiornata periodicamente o non appena si viene a conoscenza di informazioni che possano incidere sulle conclusioni della valutazione stessa.

              Vitamina C stabilizzata

              L’acido ascorbico, utile nel miglioramento della struttura della pelle, è una molecola piuttosto instabile: non sopporta l’acqua, il calore e i raggi solari. Per ovviare a questo problema, nei preparati cosmetici vengono utilizzati dei metodi di stabilizzazione mediante l’uso di altre vitamine, come la A e la E, il the verde e antiossidanti. La vitamina C stabilizzata, dunque, veicola una maggiore percentuale di principio attivo alla pelle.